Frittata ai germogli di luppolo selvatico

Ecco un motivo in più per amare la primavera: tantissime erbe spontanee commestibili usate in cucina per rendere il menù più green, genuino, economico e saporito! Per questa frittata, ho scelto di usare i germogli di luppolo selvatico oppure, come viene chiamato da noi in Piemonte – i luvertin.

1-copiaDosaggio: 6 persone

2-copiaPreparazione: 15 min

3-copiaCottura: 25 min

ingIngredienti:

  • 170g germogli di luppolo selvatico
  • 170g brie
  • 6 uova
  • 70g salame cotto
  • 120g pomodori
  • 3 rametti di origano
  • 4 foglie di basilico
  • 5 rametti di erba cipollina
  • olio d’oliva
  • pepe nero macinato
  • sale

ProcedimentoProcedimento:

  1. Mettere a bollire dell’acqua con un po’ di sale in una pentola;
  2. Nel frattempo, lavare i germogli di luppolo selvatico, i pomodori e le erbe aromatiche;
  3. Mettere a cuocere i germogli di luppolo selvatico per circa 10 minuti nell’acqua salata;
  4.  Nel frattempo,tagliare le erbe aromatiche, i pomodori, il formaggio e il salame;
  5. Scolare i germogli e tagliarli in quattro;
  6. In un contenitore, mettere le uova, le erbe aromatiche, i pomodori, il formaggio, il salame, il sale e il pepe nero fresco macinato;
  7. Amalgamare il tutto e versare il composto ottenuto in una padella oliata e calda;
  8. Lasciar cuocere per circa 10-12 minuti a fuoco lento e con il coperchio;
  9. Girare la frittata con l’aiuto del coperchio, rovesciandola e facendola scivolare di nuovo nella padella;
  10. Farla cuocere per altri 10 minuti (senza coperchio);
  11. Impiattare la frittata e servirla calda.

Lo sapevi che...Lo sapevi che …

… puoi cuocere la frittata anche in forno per conferire al tuo piatto più leggerezza e renderla più soffice?

Buon appetito!

Comment on this post

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *